Animal-mare-delfini

Foto di MICHEL GANGNE / AFP

È un fenomeno che accelera, secondo AFP . Dal gennaio 2019, più di 1.100 delfini sono stati uccisi sulla costa atlantica, secondo l’ Osservatorio Pelagis : una cifra che è in costante aumento dal 2017.

Nel Golfo di Biscaglia, i delfini sono abituati a cacciare bar e nasello. Il problema è che non sono soli: i pescatori francesi prendono di mira anche questi pesci. Migliaia di delfini sono stati intrappolati nelle reti da pesca, a volte per asfissia.

Lamya Essemlali, membro di Sea Shepherd France nel quotidiano di 20 minuti, insorge:

“Sappiamo che le catture nelle reti da pesca sono il killer numero uno dei mammiferi marini e la prima minaccia alla loro sopravvivenza”. 

Per Olivier Le Nézet, presidente del comitato per la pesca marittima e le fattorie marine in Bretagna, i delfini sono vittime dell’aumento della popolazione e del riscaldamento globale, cosa non confermata dai ricercatori.

Dopotutto, si suppone che le barche da pesca siano dotate di pingers , un suono repellente che dovrebbe tenere lontani i delfini e dimezzarne la cattura secondo il National Committee of Fisheries and Marine Livestock. Solo qui: secondo il Ministero dell’Ecologia, non tutte le navi sono equipaggiate con questi dispositivi.

Questo è il motivo per cui il governo ha deciso di aumentare il bilancio dell’Osservatorio Pelagis € 100.000 (raggiungendo 400.000 euro), per studiare meglio il fenomeno, anche in considerazione la creazione di “santuari marini.” Perché il problema riguarda anche la spagnola e portoghese che condividono le nostre coste, le misure possono essere portati anche a livello europeo.

Da parte sua, l’Istituto francese di ricerca per lo sfruttamento del mare lancio nel mese di giugno il “Licado”, un progetto innovativo per il miglioramento delle pinger .

Per Lamya Essemlali, più che innovazioni, il problema rimane soprattutto l’impunità:

“Non mettiamo abbastanza controlli e persino meno sanzioni abbastanza dissuasive per fermare il problema, quindi c’è una sorta di impunità intorno a questo argomento che è scandaloso”.