Cucciolo abbandonato in un cimitero diventa un studente della scuola

Chiunque abbia visto l’immagine virale di questo cucciolo che indossa un’uniforme ordinata potrebbe pensare che fosse uno scherzo o un servizio fotografico semplice ma niente di più lontano dalla realtà.

Per quanto strano possa sembrare, questa creatura a quattro zampe frequenta la scuola come qualsiasi bambino, anche se dubitiamo che la matematica sia il suo più grande interesse.

Il nome di questo bellissimo animale è Findik, un cucciolo che è stato salvato nel cimitero in una piccola città in Turchia e ora è diventato lo studente più famoso del posto.

La questione è molto strana, perché quando si va in un istituto di istruzione nessuno si aspetterebbe di incontrare questo piccolo in classe come qualsiasi altro studente. Ma la sua storia va oltre le apparenze e ha alle spalle un bellissimo apprendimento.

Prima di entrare a scuola, Findik ha vagato per le strade in cerca di cibo, un pò d’amore e protezione. Tutto ciò ha trovato nel modo meno immaginato.

Mentre il cane impertinente camminava nei giardini di un cimitero, un insegnante di scuola elementare con un grande cuore corse in lui e dopo qualche tempo che ci giocava sapeva di non poterlo lasciare da solo.

L’uomo generoso era Ahmet Aktür, il preside di una scuola elementare, indeciso ha pensato di lasciarlo nel cimitero e di andarlo trovare più tardi, ma è successo qualcosa di inaspettato.

Quando Ahmet era ancora nel cimitero, un branco di altri cani randagi si confrontava con l’animale e stavano per causargli gravi ferite. Fortunatamente, l’educatore ha assistito a tutto ed è stato in grado di salvarlo.

In qualche modo quello era il segnale che stava aspettando per sapere cosa fare.

Ahmet portò il cucciolo a scuola, non riuscì a tenerlo a casa e, con l’aiuto dell’insegnante Mustafa Önlen, riuscì a convincere Findik ad adattarsi al ritmo della scuola.

Questo piccolo amico ha ricevuto la sua uniforme e ha una casetta comoda nel cortile della scuola. Tutti sapevano che non gli sarebbe mai mancata l’attenzione.

I bambini si affezionarono molto all’animale e in effetti furono loro a battezzarlo come Findik (nocciola) a causa del colore della sua pelliccia.


Ora i bambini della scuola stanno imparando un pò di solidarietà e responsabilità, poiché ogni sezione è incaricata di nutrire il cucciolo in determinati momenti. Anche al cucciolo piacciono i tempi in cui gli è stato permesso di andare in classe e tutti i bambini lo riempiono di coccole.

Solo la buona intenzione era sufficiente affinché il destino di questo peloso cambiasse drasticamente. Condividi questa storia e insegna a tutti che anche loro possono fare la differenza!