La maggior parte dei centri di salvataggi devono affrontare situazioni terribili ogni giorno, ma quando i dipendenti di Barking Mad Dog Rescue sono stati contattati da un consiglio locale della Romania per chiedere loro di osservare un gruppo di cani che erano nel cortile di una chiesa Erano un po ‘disorientati; Non avevano idea di cosa aspettarsi.

Il gruppo di soccorso ha inviato due dei loro volontari per indagare sulla situazione e nulla avrebbe potuto prepararli per quello che hanno trovato.

I poveri cani erano legati con catene molto corte

Quando raggiunsero il cimitero, trovarono 18 cani incredibilmente magri, tutti incatenati a colonne diverse. La maggior parte delle catene non erano abbastanza lunghe da permettere loro di sdraiarsi e dolorosamente facevano male al collo. Non c’era cibo o acqua in vista.

I poveri animali erano entusiasti di vedere quelle persone avvicinarsi

Nonostante i loro ovvi abusi, i cani si sono accesi non appena hanno visto le due donne, così eccitate di vedere finalmente delle facce amichevoli.

“Ci hanno letteralmente abbracciato quando ci hanno visto”, ha detto Gea, leader del team Barking Mad Dog Rescue .

Apparentemente, un prete della chiesa aveva salvato i 18 cani dalle strade, ma sfortunatamente non aveva idea di come prendersi cura di loro . Quando gli è stato chiesto se li stesse dando da mangiare, ha detto alle donne che li ha nutriti ogni lunedì e giovedì, ma questo era tutto.

Sicuramente hanno capito che le loro vite stavano per cambiare

Tutti e 18 i cani erano chiaramente affamati, disperati per amore e attenzione. Le donne non avevano idea se il gruppo di soccorso avesse i mezzi o lo spazio per ospitare i 18 cani , ma decise che in qualche modo avrebbero funzionato.

Questa bambina era in uno stato terribile

“Il nostro rifugio era pieno, ma non potevamo lasciarli lì”, ha detto Jess, volontaria al Barking Mad Dog Rescue . Iniziarono immediatamente a dare cibo e acqua a tutti i cani , che lo accettarono con entusiasmo e furono così felici di salutare i loro nuovi amici.

I poveri cani erano molto grati per l’aiuto che stavano dando loro

Dopo aver parlato, il gruppo di soccorso ha deciso che avrebbero costruito ulteriori recinti, il più rapidamente possibile, per ospitare tutti i nuovi cani. Le donne che li hanno trovati quel giorno hanno portato via sei cani che sembravano aver più bisogno di aiuto . Nel frattempo lasciavano acqua e cibo a sufficienza per gli altri 12, promettendo loro che sarebbero tornati il ​​prima possibile.

In soli tre giorni, il salvataggio è stato in grado di costruire e preparare nuovi recinti per ospitare i 12 cani aggiuntivi, accogliendoli con entusiasmo.

A tempo di record, il gruppo di soccorso ha iniziato a costruire rifugi

Tutti i 18 cani avevano un peso incredibilmente basso e avevano diversi problemi medici a cui dovevano partecipare, ma dopo quello che erano successi erano molto amichevoli . Era evidente, quello che volevano era l’amore e l’attenzione dei loro soccorritori e sembravano così eccitati di liberarsi finalmente delle loro catene restrittive.

“Alla maggior parte è stato assegnato un nome, scegliendo qualcosa che si adattava ai loro personaggi”, ha detto Jess. “Walla, Shima, Saphira, Poldi, Pepsi, Liesel, Gwendy, Flocke, Elli, Bobby, Bingo, Bao, Anton, Adena ed Emely. Dobbiamo ancora trovare i nomi perfetti per gli ultimi “.

Ormai i cuccioli stanno ancora recuperando

Barking Mad Dog Rescue

Tutti i cani stanno facendo molto bene ora nella cura dei loro nuovi amici, non appena sono tutti guariti, vaccinati e castrati, il soccorso li aiuterà a trovare le famiglie perfette per sempre.

“Tutti sono così amichevoli, saranno dei membri eccellenti della famiglia”, ha detto Jess.

Anche se questo padre voleva aiutare i poveri animali, il modo in cui lo ha fatto non era il migliore e non per l’intervento di quelle donne, forse i cuccioli hanno avuto una vita molto triste. Per questo motivo, anche se vuoi aiutare, è sempre essenziale essere consapevoli di quanto le nostre azioni possano effettivamente fare.

Ti invitiamo a condividere questa storia con gli altri in modo che ricordino di offrire il loro aiuto agli animali bisognosi, a volte contattare un rifugio è tutto ciò che serve per salvare una vita!

Questo elemento è stato inserito in Cani. Aggiungilo ai segnalibri.