5 orsi tibetani salvati dopo essere stati torturati per 21 anni dalle industrie farmaceutiche

L’orso tibetano, noto anche come l’orso della luna a causa della macchia gialla o biancastra sul petto a forma di mezzaluna, si distingue fuori per la sua bella pelliccia nera che può crescere fino a 10 centimetri intorno al torace. Sono eccellenti nuotatori, scalatori e possono correre fino a 40 chilometri all’ora.

Anche se vivono in alte montagne del Taiwan, la loro incredibile abilità fisica non gli hanno permesso di sfuggire alla crudeltà umana e per anni sono stati ridotti in schiavitù da parte dalle industrie farmaceutiche per smantellare il loro ventre, recando danno permanente. Per poi rimuovere la loro bile e venderla come rimedio alla medicina tradizionale cinese.

Sebbene sia stata vietata dal 1992, molti orsi continuano a vivere in condizioni deplorevoli in fattorie clandestine. Fortunatamente, sempre più attivisti si stanno unendo per salvarli e dar loro una vita più decente.

Questo è stato quello che è successo pochi giorni fa, quando i membri del ENT (Education for Nature-Vietnam) hanno contattato l’organizzazione Animals Asia per salvare cinque orsi della luna, bloccati in una terribile fattoria illegale fuori dalla provincia di Tien Giang in Vietnam.

I poveri animali rinchiusi per più di 21 anni in piccole gabbie arrugginite, erano sulla sull’orlo della pazzia cercando di aprire l’entrata delle gabbie con le poche energie rimaste. Hanno contemplato con tristezza il mondo esterno che non ricordavano nemmeno di aver calpestato.

La terribile prigionia causò danni fisici e psicologici a questi imponenti mammiferi.

Per 21 anni, tutto quello che potevano fare era mangiare e dormire. Hanno solo ricevuto cibo base per tenerli in vita “, ha detto Tuan Bendixsen, direttore di Animals Asia.

I soccorritori non potevano capire come fossero mantenuti vivi in ​​condizioni così deplorevoli.

“Gli orsi sono incredibilmente stoici e sopportano una lunga sofferenza. Questo è uno dei motivi per cui possono rimanere in vita nelle fattorie per così tanto tempo “, ha detto Bendixsen.

Quando i soccorritori di Animals Asia arrivarono, tagliarono le gabbie degli orsi e li trasferirono in scatole per trasferirli nel Parco Nazionale di Tam Dao.

“Stiamo dando loro un sacco di frutta e verdura. Abbiamo messo sotto tre farmaci tre orsi per renderli più confortevoli, poiché hanno i denti fratturati e non possono masticare il cibo in modo corretto. Stanno molto meglio ora “, ha detto Bendixsen.

Inoltre, gli orsi hanno ricevuto un nome per la prima volta: LeBON, Kim, Mai, Star e Mekong . Dopo un lungo viaggio, gli orsi finalmente arrivano nella loro nuova casa, saranno messi in quarantena per 45 giorni e in seguito saranno rilasciati nel vasto Parco Nazionale Tam Dao

“Godrai della libertà di un grande recinto di 3.000 metri quadrati, circa 300 volte più grande delle gabbie in cui hai vissuto negli ultimi 21 anni. Possono sentire l’erba sotto i piedi e il sole sulle spalle, molto probabilmente per la prima volta nella loro vita “, ha detto Bendixsen.

Fortunatamente, questi preziosi orsi possono iniziare una nuova vita, lontano dai lunghi aghi che hanno estratto ogni goccia del loro sangue.

“Non soffriranno mai più dietro le sbarre. Questo è un passo importante per salvare tutti gli orsi che rimangono nelle fattorie clandestine del Vietnam e portarli in un parco. È un nuovo giorno per questi orsi innocenti, finalmente possono godere della libertà che gli è stata negata per molto tempo”, ha dichiarato Jill Robinson, fondatore e CEO di Animals Asia.

Speriamo che più persone e organizzazioni possano unirsi a questa nobile causa a favore degli orsi lunari e che nessun altro debba attraversare tale sofferenza. Sono esseri viventi che meritano una vita dignitosa, in libertà e senza essere usati come oggetti medici.

Se ti ha commosso questa terribile storia e vuoi far sapere di cosa sono in grado di fare le industrie farmaceutiche condividila con i tuoi amici